SQL Azure “SQL Azure Federation”

Dopo una partenza un pò tentennante, IMHO, almeno a livello di feature, SQL Azure sta diventando di release in release sempre più un interessante ed allettante.

L’integrazione con SQL Server 2012 (ed in particolare il Management Studio) rende tutto molto più semplice da gestire on-premise ed anche il portale “in the cloud” ha fatto passi da gigante diventando sempre più user-friendly (ovviamente metro-style Smile).

https://windows.azure.com/

Detto, ciò (avremo sicuramente modo di parlarne abbondantemente alla prossima SQL Conference), da oggi ci sono due altre importanti novità

  • La dimensione massima dei database su SQL Azure passa a 150GB
  • Il costo massimo rima fisso a 499.95$ al mese per database, andando quindi a pagare 150GB come se fossero 50GB. Non male Smile.

Qui trovate tutti i dettagli della nuovissima release (SQL Azure Q4 2011 Service Release):

http://msdn.microsoft.com/en-us/library/windowsazure/ff602419.aspx

e qui il blog del team di Azure

http://blogs.msdn.com/b/windowsazure/archive/2011/12/12/improved-developer-experience-interoperability-and-scalability-on-windows-azure.aspx

che, per semplicità, riporto in linea di massima, oltre quanto già detto:

  • New workspaces to more easily monitor databases.
  • Drill-down into schemas, query plans, spatial data, and indexes/keys.
  • New query performance statistics.
  • Manage your database schema changes through DAC upgrades.
  • Support for SQL Azure Federations.
  • La cosa più interessante è senza dubbio l’ultimo punto, che porta lo sharding, ben conosciuto nel mondo NoSQL, anche nel mondo relazionale, per permettere una scalabilità estrema facendo leva sul cloud computing.

    Qui il dettaglio:

    http://social.technet.microsoft.com/wiki/contents/articles/2281.aspx

    Published martedì 13 dicembre 2011 19.24 by dmauri
    Filed under: ,

    Comments

    No Comments